Per tutte queste sue caratteristiche positive, la spirulina si è guadagnata l’appellativo di “alimento del futuro”. La spirulina è uno dei super-alimenti del momento.

Il prodotto è molto popolare soprattutto come integratore tra i vegetariani, i vegani e non solo. La fama è arrivata quando la Nasa ha annunciato di volerla dare agli astronauti come prodotto alimentare. A essa viene attribuita ogni sorta di qualità terapeutica, essendo consigliato contro le infiammazioni, oltre che per i suoi benifici sulle ossa, sul colesterolo, per non parlare dell’umore, dell’energia e c’è anche qualcuno che parla di azione antitumorale.

Alga spirulina: cos’è?

L’alga spirulina è una micro-alga unicellulare (non supera il mezzo millimetro di lunghezza), scientificamente conosciuta con il nome di Arthrospira, viene classificata più precisamente fra i cianobatteri (come altre alghe di colore verde-azzurro). È caratterizzata dalla tipica forma a spirale (che si vede però solo attraverso il microscopio), per la quale ha avuto questo nome. Viene diffusamente utilizzate per scopi medicinali ed alimentari.

L’utilizzo alimentare di spirulina è molto antico, pare infatti risalga al tempo dei Romani che la destinavano all’alimentazione delle popolazioni africane. Quest’alga era presente anche nella dieta delle civiltà precolombiane -tale tradizione venne riportata dal “conquistador” spagnolo Cortés che nei primi anni del ‘500 assoggettò l’impero Atzeco-.

Habitat della spirulina:

E’ presente nelle acque alcaline e calme di laghi salati come il lago Texcoco in Messico e il lago Ciad nell’Africa centrale.

 

Proprietà attribuite alla Spirulina:

La spirulina possiede molteplici proprietà nutrizionali e terapeutiche grazie alle sostanze in essa contenute: in primis le proteine presenti sono ad alto valore biologico, ovvero di qualità elevata grazie alla presenza di amminoacidi essenziali (AA che non vengono prodotti dall’organismo e devono essere necessariamente introdotti con la dieta). La spirulina contiene tutti e 8 gli amminoacidi essenziali (Fenilalanina, Isoleucina, Leucina, Lisina, Metionina, Treonina, Triptofano, Valina). Successivamente quest’alga contiene anche gli Acidi grassi essenziali: Omega 3 e omega 6, che contrastano i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Oltre a queste due fondamentali proprietà ricordiamo che in essa sono presenti anche Carboidrati, Vitamina A, D, K e vitamine del gruppo B e Sali minerali quali: ferro, sodio, magnesio, manganese, calcio, iodio e potassio).

Ma quindi, quali benefici apportano? Che azione hanno?

-integrativa nutrizionale

-antianemica

-tonificante

-ricostituente

-detossinante

-antiossidante

-antiradicalica

-antivirale

-immunostimolante

-epatoprotettiva

-antinfiammatoria

-anticoagulante

-fame regolatrice

Come assumere l’alga?

Per assumere la spirulina bisogna essere sicuri che essa sia pura e provenga da zone di coltivazione controllata. Il dosaggio giornaliero oscilla tra 1 e 5 grammi al giorno. Sotto 1g non si percepiscono gli effetti, sopra 5g può avere controindicazioni. La dose massima consigliata è di 5g al giorno: si consiglia di cominciare ad assumere spirulina in dosi ridotte arrivando gradualmente al tetto massimo di 5 grammi, poiché il fisico si deve abituare all’elevatissima concentrazione di proprietà di quest’alga. La polvere di spirulina può essere diluita in un bicchier d’acqua, un succo di frutta o un altro composto liquido.

I rischi? Dopo alcune segnalazioni, l’Anses (Associazione Nazionale Stress e Salute) ha ritenuto opportuno sottolinearle, ricordando che la spirulina può contenere cianotossine, batteri e tracce di metalli pesanti (piombo, arsenico e mercurio) che se assorbiti durante la crescita se coltivata in condizioni non ottimali (sono stati segnalati casi negli Stati Uniti, a Cuba, in Thailandia, in Messico, in India, in Israele ma anche in Italia, sempre secondo Anses), e che può appunto indurre allergie. Coloro che soffrono già di una predisposizione, così come i soggetti con problemi di fenilchetonuria, dovrebbero limitarne o evitarne l’assunzione. L’Anses precisa che se la spirulina viene consumata a dosi normali non presenta problemi e conclude consigliando di acquistarla sempre da fonti controllate e di non pensare che sia un integratore miracoloso.