Creatori del canale YouTube “Cosa mangiamo oggi?”, che ad ora conta quasi 130.000 iscritti, Giano e Franci sono una coppia di gastronauti che ha deciso di condividere attraverso il Web le proprie golose avventure. Si destreggiano tra un menu degustazione di un tre stelle Michelin e lo street food delle vie di Bangkok, zaino in spalla. Chi come noi ama esplorare ogni lato della gastronomia troverà in Giano e Franci due amici con cui condividere la propria passione, facendosi trasportare in mille luoghi e culture da scoprire. La difficile situazione che stiamo vivendo non li ha però fermati: la nuova rubrica “#iorestoacasa (e cucino)” è il resoconto di ciò che hanno cucinato durante la settimana in compagnia dei propri follower attraverso la piattaforma di live streaming Twitch. Li abbiamo intervistati per conoscere più da vicino la loro idea di gastronomia!

Voi siete esploratori della gastronomia di tutto il mondo. Da dove nasce la vostra passione? Come mai condividerla sul web?                                                                       

“Ho incominciato prima io ad incuriosirmi e appassionarmi al mondo della cucina -ci dice Franci- e poi piano piano ho tirato dentro anche Giano. Ci piace assaggiare e scoprire nuovi gusti e nuovi cibi, ma ci piace anche molto cucinare a casa e condividere la buona cucina con i nostri amici. Proprio perché avevamo voglia di condividere i nostri viaggi e le nostre scoperte abbiamo deciso di provare a raccontarle aprendo un canale YouTube, che all’inizio era poco più di un repository delle nostre vacanze e un modo per far vedere alle nostre famiglie dove eravamo stati.”

Credit:https://www.instagram.com/cosamangiamooggi/

 

Nei vostri video documentate le esperienze che vivete. In che modo la scoperta della gastronomia di un Paese ha arricchito la vostra esperienza di viaggio?

“Da sempre la scoperta del cibo locale e delle tradizioni culinarie del posto è parte integrante delle nostre vacanze: per noi è la parte più divertente, che abbatte le barriere linguistiche e i pregiudizi e ti permette di entrare veramente in empatia con le persone del posto. Sedersi insieme a tavola e condividere del buon cibo è un modo incredibile per avvicinarsi a realtà diverse dalla tua e uscire dalla tua comfort zone.”

 

Questa ricerca delle peculiarità gastronomiche vi ha mai portato a vivere esperienze inaspettate? 

“Tutte le volte. La parte più difficile è buttarsi e scegliere in una bancarella di street food un piatto che vorresti assaggiare, non avendo la minima idea di quello che andrai a mangiare. È divertente e le persone del luogo sono felici di vedere qualcuno che si approccia in maniera aperta a qualcosa che non conosce e sono felici di spiegarti (spesso a gesti) quello che devi fare.”

 

L’altra serie principale del canale è quella sui ristoranti stellati. Questa vi porta tante visualizzazioni ma anche qualche critica. Perché secondo voi? Può essere importante raccontare cosa c’è dietro ad un piatto stellato per avvicinare più persone ad un mondo che a molti sembra eccessivo?

“Il mondo degli stellati non è il meglio della cucina, è semplicemente una sua interpretazione. Il pranzo della domenica cucinato dalla nonna ha lo stesso valore e la stessa dignità. Ci piace raccontare le esperienze negli stellati come ci piace raccontare la realtà di una cantina che produce vino o lo street food thailandese: è sicuramente un’esperienza che non tutti possono permettersi, ne siamo consapevoli. Dietro ad ogni piatto c’è tantissimo studio, prove, tecnica: è come assistere ad uno spettacolo di un’artista, non si tratta di musica o pittura ma sempre di arte si tratta e come tale ci si approccia.”

Credit: https://www.instagram.com/cosamangiamooggi/

Tra tutti i vostri viaggi, pranzi o cene nei ristoranti ed esperienze di street food, quali vi sono rimaste più impresse?

“I viaggi nei paesi lontani sono sicuramente quelli che ci arricchiscono maggiormente e sono anche i contenuti che preferiamo portare sul canale. Sicuramente dal punto di vista culinario, il viaggio in Giappone è stato il più entusiasmante di tutti: una incredibile varietà di cibo e un livello qualitativo medio molto alto a prezzi relativamente contenuti. Abbiamo ancora nel cuore i ramen assaggiati  a Tokyo e le cene nei ryokan sperduti in mezzo alla campagna o negli izakaya di qualche piccola cittadina fuori dalle rotte turistiche.”

 

Adesso che non si può più viaggiare o andare al ristorante, avete aperto le porte della vostra cucina. Le live su Twitch in cui cucinate sono nate come risposta alla necessità di portare nuovi contenuti o avevate già in mente format simili?

“Abbiamo aperto il canale Twitch prima del lock down, perché avevamo voglia di metterci alla prova su un social che ha delle logiche molto diverse da quelle di YouTube. Ci piace molto cucinare e ci fa piacere aprire la nostra cucina a chi ha voglia di unirsi e fare due chiacchiere: sicuramente la necessità di stare a casa ci ha permesso di trovare maggiore tempo per dedicarci a questa nuova attività, ma è qualcosa che ci piacerebbe continuare a fare anche quando le limitazioni finiranno.”

Credit: https://www.twitch.tv/cosamangiamooggi

Il primo video finita la quarantena? Ci potete fare un piccolo spoiler? 

“Non abbiamo prenotato le vacanze estive e aspettiamo di vedere come evolve la situazione: siamo molto flessibili, quindi in caso le condizioni saranno favorevoli non abbiamo timore di comprare un biglietto aereo per l’altra parte del mondo anche all’ultimo momento. Idem per i ristoranti stellati, cantine o street food: ci sono un sacco di posti dove ci piacerebbe andare, ma aspettiamo di capire quando sarà nuovamente possibile muoversi e soprattutto con quali modalità.”

Ringrazio Giano e Franci per la loro disponibilità nel rispondere alle mie domande e per avermi permesso di utilizzare le foto scattate da loro.  Qui sotto trovate tutti i link ai social di Cosa mangiamo oggi!

https://www.twitch.tv/cosamangiamooggi

https://www.instagram.com/cosamangiamooggi/

https://www.youtube.com/channel/UCuApobilcYeWdlbhdp746RA/videos

https://www.facebook.com/GianoeFranci/